un Paradiso da vivere, un Paradiso dove vivere!!

sito in lingua italiana
site en langue Française
web sit in english language
deutch

Fontainemore - comune della Valle d'Aosta
logo della Riserva Naturale del Mont Mars
Home page :: Contatti :: Mappa sito  
immagini del paesaggio

2 Colle della Barma

Partenza:
fr. Pillaz 1246 m (Fontainemore 760 m)
Arrivo:
Col da Barma 2261 m
Dislivello:
1015 m (oppure 1501 m)
Tempo di percorrenza:
3,30 ore (5 ore da Fontainemore)


Descrizione
Cartina del percorso 2Dal capoluogo ci si immette sulla larga e comoda mulattiera contrassegnata dal segnavia n.2, di fronte all’imbocco del ponte medievale sul Lys.

Si tratta dell’antica strada per il Santuario di Oropa, dove ogni cinque anni la popolazione di Fontainemore si reca in pellegrinaggio. Si sale fino al villaggio di Pianpervero attraverso un fitto bosco di castagni. Qui, subito dopo aver attraversato la carrozzabile e ripreso il sentiero, si giunge ad una piccola edicola votiva e si prosegue sulla destra, raggiungendo in circa 40 minuti la cappella di Pillaz (attuale punto di partenza della processione).

Vallone del Vargno e Mont MarsIn alternativa è possibile raggiungere Pillaz in auto e, senza entrare nel villaggio, seguire dal piazzale il segnavia n.2. Si percorre dunque il tracciato della strada interpoderale che, addentrandosi nel bosco, imbocca il Vallone del Vargno.

La strada procede rettilinea lungo il versante boscato fino ad affiancare il Torrente Pacoulla. Dopo alcuni tornanti si supera il dislivello che, attraversato il ponte, lascia il posto alle più dolci radure prative sottostanti l’alpeggio di Mattà (1677 m.).

Lago Vargno visto dal Mont MarsHa inizio qui il bel sentiero, a tratti lastricato, che si inoltra nella Riserva Naturale del Mont Mars. Si sale, con bella vista sul bacino del Lé dou Vargno e, superato un gradino glaciale caratterizzato da pietraie, si giunge nella stupenda conca dei laghi, tra cui il Lé Lounc (1901 m.). Superato un altro dislivello si giunge al Lé da Barma (2020 m.) edinfine al Colle, dopo aver percorso gli ultimi tornanti su terreno detritico. Nei pressi del lago è prevista la costruzione di un rifugio alpino.

lago Lé Lounc  lago Lé da Barma lago Lé da Barma

Caratteristiche
Colle della BarmaIl toponimo Vargno deriva dal nome patois dell’Abete bianco, albero caratteristico della zona ma poco frequente nel resto della regione. Lo si incontra nel tratto di strada compresa tra la frazione Pillaz e il ponte della Mattà, associato ad Aceri, Sorbi, Betulle, Ontani e Maggiociondoli, oltre all’onnipresente Larice che accompagna il visitatore fino al Lé Lounc.

Man mano che si sale i boschi ora di Larici, Abeti rossi e Pini cembri si fanno sempre più radi, tagliati nei tempi passati dall’uomo per fare posto ai pascoli, contesi alle pietraie e alle zone umide.

La zona dei laghi testimonia la passata storia geologica attraverso le conche di sovra escavazione e le rocce montonate, segni dell’esarazione glaciale quaternaria. Da notare la vegetazione acquatica con Coltellaccio natante e Ranuncolo acquatico. Infine la Pinguicola, una non comune pianta insettivora.